Current track

Title

Artist


Milano più latina che mai

Written by on 3 settembre 2018

Milano più latina che mai

Record di presenze alla quarta edizione del Milano Latin Festival, il grandioso appuntamento dedicato alla cultura latino-americana: quasi 200 mila partecipanti

Milano – È partito il 13 giugno e si è concluso sabato 18 agosto l’appuntamento fisso con la musica latino-americana a Milano Fiori, Assago. Il Milano Latin Festival 2018 è stato un vero e proprio successo, grazie a un cartellone di eventi invidiabile e talmente variegato da far letteralmente volare via i 66 giorni di manifestazione fra suoni, sapori, colori tipici della cultura dell’America Latina e tante iniziative per intrattenere un pubblico di grandi e piccini.

Eccoli, i numeri di un grande successo in continua, inarrestabile crescita da 25 anni, partendo dalle edizioni di Latinoamericando, di cui il Festival raccoglie l’eredità: 32 sono stati i concerti dal vivo organizzati nell’area dedicata, presentati dalla splendida Eradis Josende Oberto, e che hanno vantato una line-up di ospiti di caratura mondiale come Prince Royce, Bad Bunny, Descemer Bueno, Karol G, Piso 21, Willie Colòn, Lali Esposito, Sebastiàn Yatra; 14 i gruppi di musiche e danze tradizionali per la festa di inaugurazione; 7 le feste nazionali, con ingresso gratuito per i cittadini del paese che si festeggiava in quel giorno (Repubblica Bolivariana del Venezuela, Argentina, Colombia, Cuba, Perù, Stato Plurinazionale della Bolivia, Ecuador); 16 gli eventi culturali dedicati ai vari Paesi; 21 sono state le manifestazioni folkloristiche; 5 le piazze da ballo in cui scatenarsi a ritmo di salsa e bachata; e poi ristoranti, cocktail bar, punti di degustazione, per mescolare suoni a sapori e calarsi nel vivo del mood goliardico e contagioso della cultura latinoamericana.

Il direttore: “diffondere la cultura latinoamericana facilitando il processo di integrazione; è stato il Festival di tutti.”

Il direttore del Festival Fabio Messerotti è soddisfatto ed entusiasta: “Stiamo parlando di un Festival che, da piccolo piccolo, è diventato adulto e ha avuto con questa edizione il giusto riconoscimento, sia per affluenza di pubblico con le 20.000 presenze in più, sia per la visibilità sulla carta stampata e su tutti i mass media. Il principale motivo di questa crescita è che il nostro festival deve essere per tutti e alla portata di tutte le tasche: un festival che guarda al solo denaro si scontra con la nostra filosofia di voler diffondere e valorizzare la cultura, il ballo, la musica e la gastronomia latinoamericana, aiutando anche un difficile processo di sana integrazione.”

L’appuntamento per la prossima edizione è già confermato: la festa riparte ad Assago il 13 giugno 2019 e andrà avanti fino al 17 agosto.

AGUA

 


Continue reading